Community

Already a member?
Login using Facebook:
Powered by Sociable!

il mio profilo

Profilo Facebook di Maurizio Acerbo

Archivi

La mia libreria su Anobii

I’m a little dinosaur (soundtrack per dinosauri comunisti)

Jerry Rubin diceva che “i giornali di destra sono i nostri migliori alleati”. Non c’è dubbio. Se i media centrosinistri tendono a oscurare i comunisti da quando sono usciti dal parlamento a causa di leggi incostituzionali, quelli di destra ogni tanto non resistono e devono dar sfogo al loro stupore e alla […]

Su Imagine aveva ragione la sindaca leghista. E’ davvero un manifesto comunista

Vari pseudo-progressisti hanno polemizzato con la sindaca leghista di un comune toscano tempo fa perchè aveva accusato di comunismo la celebre canzone di John Lennon Imagine( leggi articolo).

La giovane sindaca inorridiva perchè un coro di bambini aveva cantato l’inno comunista in una scuola.

Probabilmente aveva letto la polemica del giornale ciellino Tempi contro […]

REFERENDUM: SOLO UNA TRUFFA IL RITORNELLO SUL CAMBIAMENTO

La “deforma” della Costituzione è come la Fornero: un cambiamento negativo. Sentire usare argomenti anticasta da parte del Pd è offensivo. Tagliassero i privilegi, non il nostro diritto di eleggere i parlamentari

di MAURIZIO ACERBO*

Siete mai stati in Germania, Norvegia, Danimarca o Olanda? Lì «la sera delle elezioni» nessuno sa chi ha vinto perché […]

Angeli beat: Leonard Cohen RIP

Una delle cose che mi è sempre piaciuta della prima poesia beatnik – Ginsberg e Kerouac e Corso – era l’uso della parola “angelo”. Non ho mai saputo cosa intendessero, tranne che era una designazione per un essere umano e che affermava la luce in un individuo. Non so come ho usato la parola “angelo”. […]

Johan Cruyff: Come puoi giocare a pallone a mille metri da un centro di tortura?

“Come puoi giocare a pallone a mille metri da un centro di tortura?” Johan Cruyff RIP

Non sono mai stato un appassionato di calcio ma la nazionale olandese di Cruyff è per me un mito degli anni ’70 assai caro, un pezzo di immaginario che mi porto dentro. Come Matteo Guarnaccia […]