Community

Already a member?
Login using Facebook:
Powered by Sociable!

il mio profilo

Profilo Facebook di Maurizio Acerbo

Archivi

La mia libreria su Anobii

Assemblea sindaci Aca: vi sembra normale che D’Alfonso controlli i sindaci dalla stanza accanto?

dalfonsoganAssemblea ACA: Dalfonsogan dalla stanza accanto controlla che i sindaci votino come dice lui. Altro che direttorio grillino!  Il comunicato con cui sabato scorso abbiamo denunciato le inaccettabili pressioni del Presidente D’Alfonso sui sindaci:

D’ALFONSO RICONQUISTA L’ACA: IL RITORNO DEL “PARTITO DELL’ACQUA”. I SINDACI OBBEDISCONO AL DIRETTORIO DALFONSIANO. D’ALFONSO CONTROLLA DALLA STANZA ACCANTO

L’assemblea dei sindaci soci dell’ACA SPA di oggi segna il ritorno del “partito dell’acqua” e la riconquista da parte di un PD il cui ultimo presidente è stato arrestato per tangenti.

Il presidente della Regione, travalicando completamente i suoi compiti e il suo ruolo istituzionale, ha in queste settimane esercitato una pressione indebita e usato tutti i mezzi a sua disposizione per condizionare l’orientamento dei sindaci.

Stamattina il consigliere regionale Camillo D’Alessandro (quello che aveva proposto in Regione la famosa “legge fogna”) e il parlamentare fantasma Fusilli hanno presidiato l’assemblea. Da una stanza attigua Luciano D’Alfonso ha diretto personalmente le operazioni (secondo quanto ci riferiscono era in una stanza del palazzo dove si svolgeva l’assemblea).

Grazie all’accordo con il Nuovo Centro Destra della sottosegretaria Chiavaroli – lo stesso che ha presentato in parlamento l’emendamento che ha sbloccato il progetto illegittimo al porto di Milia e Mammarella – si son trovati i numeri per la riconquista di un’azienda che il PD aveva lasciato con 120 milioni di euro di debiti.

Come avevamo profetizzato D’Alfonso è disposto a tutto pur di riprendere il controllo di una stazione appaltante che dovrà realizzare opere per decine di milioni di euro e di una spa che si è dimostrata una formidabile macchina clientelare a spese dei cittadini. Quelli che ci han fatto bere acqua avvelenata e ci hanno fatto fare il bagno tra gli escrementi oggi festeggiano la vittoria.

Il buongiorno si vede dal mattino: con tutti i problemi di inquinamento che ci sono questi signori come primo atto decidono di chiudere la breve stagione dell’amministratore unico e di fare un bel consiglio d’amministrazione. Alè si ricomincia.
P.S. I 32 sindaci che hanno votato sotto dettatura dalfonsiana (ma il PD non polemizza con il direttorio grillino?):

Abbateggio, Alanno, Bolognano, Bucchianico, Caramanico Terme, Castiglione a Casauria, Cugnoli, Fara Filiorum Petri, Farindola, Francavilla al Mare, Lettomanoppello, Loreto Aprutino, Miglianico, Montebello di Bertona, Montesilvano, Nocciano, Ortona, Penne, Pescara, Pietranico, Pineto, Pretoro, Roccamontepiano, Roccamorice, San Giovanni Teatino, San Valentino AC, Silvi, Spoltore, Tollo, Torre de’ Passeri, Vicoli, Villa Magna

Maurizio Acerbo
Segreteria nazionale Rifondazione Comunista

Marco Fars
Segretario Regionale Rifondazione Comunista

Corrado Di Sante
Segretario Provinciale Rifondazione Comunista Pescara

 

Leave a Reply