Community

Already a member?
Login using Facebook:
Powered by Sociable!

il mio profilo

Profilo Facebook di Maurizio Acerbo

Archivi

La mia libreria su Anobii

Pablo Iglesias intervista Toni Negri

pablo-iglesiasLandini si è dovuto difendere per la presenza di Oreste Scalzone e Franco Piperno all’assemblea romana della Coalizione Sociale  dopo gli articoli di giornalisti renziani e l’attacco di Renzi in persona. Il leader di Podemos pochi giorni fa ha invitato Toni Negri nella sua trasmissione televisiva per una lunga intervista e non so cosa sia successo in Spagna (comunque Iglesias non deve esserne preoccupato se lo ha invitato).

Ovviamente non mi ha stupito la reazione di Landini che per le sue radici nel PCI-PDS e nel sindacato emiliano è abbastanza comprensibile (per chi conosce la storia della sinistra italiana). Devo dire che intervistato Franco Piperno ha commentato con stile e ironia. Il giochetto della Meli e di Renzi è chiaro: i pensionati che hanno fedelmente votato PCI-PDS-DS-PD e che ultimamente cominciano a disertare le urne possono facilmente simpatizzare con Landini che da quella storia viene e ne conserva i tratti popolari e operai migliori. Accostarlo ai fantasmi del terrorismo anni ’70 e ai “cattivi maestri” dell’autonomia è un modo per farli tornare all’ovile.

[La Tuerka è il programma televisivo ideato da Pablo Iglesias e dal suo gruppo dell’Università di Madrid e va in onda dal 2010. Particolare non secondario per comprendere il successo elettorale improvviso e all’apparenza imprevedibile di Podemos. Ricordo che il mio fratello e compagno Francesco Caruso che frequenta da lungo tempo i movimenti sociali spagnoli mi disse che se Iglesias si candidava avrebbe preso un mucchio di voti almeno un anno e mezzo prima della sua “discesa in campo”]

Ringrazio Fabiano di Zona 22 per la segnalazione

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply