Community

Already a member?
Login using Facebook:
Powered by Sociable!

il mio profilo

Profilo Facebook di Maurizio Acerbo

Archivi

La mia libreria su Anobii

PESCARA: FINANZIATO SERVIZIO MARCATURA BICICLETTE CONTRO I FURTI

criticalmass.png-sUna buona notizia per i sempre più numerosi pescaresi che usano la bicicletta.
Anche a Pescara dovrebbe finalmente concretizzarsi il SERVIZIO MARCATURA BICICLETTE per contrastare i furti di biciclette e rintracciare i legittimi proprietari.
L’incentivazione dell’uso della bicicletta passa attraverso una molteplicità di misure. Come è noto, quello di essere derubati della propria bicicletta è un timore molto diffuso fra i ciclisti ed è uno dei principali ostacoli alla diffusione della bicicletta come mezzo di trasporto urbano.
Nel marzo 2011 il Consiglio Comunale aveva approvato una mia mozione che proponeva di organizzare il servizio di marcatura.
Purtroppo alla mozione non è seguita nessuna iniziativa della Giunta (la delibera istitutiva doveva essere approvata entro 90 giorni). Con pazienza gandhiana nel dibattito sul bilancio ho fatto presente la dimenticanza e proposto di stanziare la modesta cifra necessaria ad attivare il servizio con l’acquisto dell’apparecchiatura necessaria.
Con lo stanziamento ieri in bilancio dei 5.000 euro l’amministrazione potrà finalmente mettere a disposizione dei ciclisti pescaresi  un servizio assai utile, sperimentato per la prima volta dal Comune di Padova e che sta diffondendosi in tutta Italia.

La marcatura consiste nella punzonatura del codice fiscale del proprietario sul telaio della bicicletta, codice che viene coperto con un’etichetta indelebile con lo stemma del Comune
La marcatura è assai utile per le forze dell’ordine per risalire al legittimo proprietario del mezzo ritrovato o in possesso di individui sospetti. Operazione questa che oggi risulta impossibile in mancanza di un data base sul quale sia semplice registrare le biciclette e di facile consultazione per le forze di polizia.
Questa marchiatura consente di restituire ai legittimi proprietari biciclette ritrovate abbandonate o trovate in possesso di individui sospetti anche su segnalazione dei proprietari che proprio grazie al codice inciso (e registrato nella loro denuncia) possono vantare il loro buon diritto.
Auspico che la Giunta ora si attivi per l’acquisto dell’apparecchiatura e l’organizzazione del servizio e che il buon esempio sia seguito dai comuni limitrofi.

Maurizio Acerbo, consigliere comunale e regionale
Rifondazione Comunista

Leave a Reply