Community

Already a member?
Login using Facebook:
Powered by Sociable!

il mio profilo

Profilo Facebook di Maurizio Acerbo

Archivi

La mia libreria su Anobii

QUELLI CHE DICONO SI A OMBRINA E AL METANODOTTO SNAM: CHE RAZZA DI GENTE C’E’ NEL COMITATO VIA NAZIONALE?

no ombrina 2E’ davvero inquietante quanto emerge dall’interrogazione della nostra eurodeputata Eleonora Forenza (L’Altra Europa con Tsipras) e dall’interrogazione M5S al parlamento nazionale relativamente al comitato nazionale per la Valutazione d’Impatto Ambientale.
Ci si aspetterebbe che a esaminare i progetti ci fossero fior di esperti e scienziati e invece si scoprono personaggi messi lì dalla politica che poco hanno a che fare con l’ambiente ma che hanno biografie poco rassicuranti.
Oltre ai personaggi segnalati nell’interrogazione presentata da Eleonora nei giorni scorsi a leggere l’articolo apparso oggi su Il Fatto quotidiano di personaggi ne emergono anche altri.
Un vero caravanserraglio:indagati per corruzione, sospettati di legami con la ndrangheta, pidduisti.
Quando ci raccontano che le grandi opere sono state sottoposte a tutte le verifiche ricordiamoci che razza di gente è questa. E di chi ce li ha messi.
Invitiamo il governo ad azzerare immediatamente comitato VIA e a rivedere criteri di nomina.
Maurizio Acerbo, Rifondazione Comunista



Questa è l’interrogazione prioritaria:

Eleonora FORENZA L’ Altra Europa con Tsipras  GUE NGL

FINANZIAMENTI EUROPEI AMBIENTE :VALUTAZIONE IMPATTO AMBIENTALE E RISCHIO CORRUZIONE IN ITALIA

Premesso che

-la Relazione dell’Unione sulla lotta alla Corruzione – 2014 stigmatizza il ritardo dell’Italia nella lotta alla corruzione e alle organizzazioni criminali;

-l’Unione co-finanzia opere in Italia per un valore di miliardi;

-nell’iter decisionale delle opere le procedure ambientali (VIA-VAS) sono fondamentali; per esse l’Italia istituisce una Commissione, con nomina del Ministro dell’Ambiente (art.8, D.lgs.152/2006 e Art.12 legge 116/2014);

-un suo membro dal 2005, Vincenzo Ruggiero, veniva definito nel 2008 dalla Prefettura di Reggio Calabria, nella procedura di scioglimento del Consiglio Comunale di Gioia Tauro per mafia (http://www.genovaweb.org/GIOIA-TAURO-Relazione-Comm-Accesso.pdf), “fortemente sospettato di essere asservito alla cosca Piromalli – Molè – Stillitano…”

-due membri sono stati sostituiti nel 2014 dopo l’arresto per appalti sulle bonifiche (Luigi Pelaggi, già capo di gabinetto del Ministro) e per gli appalti dell’Alta Velocità (Gualtiero Bellomo);

-un membro, Vincenzo Sacco, amico del politico Marcello Dell’Utri condannato per concorso esterna in associazione mafiosa, è stato indagato per corruzione per il Progetto Geogastock approvato dalla Commissione stessa;

chiede

-quali misure intende prendere per assicurare che le decisioni ambientali sui progetti co-finanziati dall’Unione all’Italia non siano oggetto di influenza della criminalità;

-se ritiene la norma di selezione della Commissione adeguata ad assicurare alti standard per la prevenzione della corruzione.

Leave a Reply